La Carta di Altino

Iniziative per stili di vita consapevoli

Mostra Altino prima di Venezia
Mappa antica del territorio

La Carta di Altino

Un gruppo di persone
Ci siamo ritrovati ad Altino con una intuizione comune: vorrei che Altino diventasse il luogo in cui…
Questo LUOGO è capace di far nascere sogni: solo individuali o anche collettivi?
E’ questo il primo passaggio impegnativo.
Riusciremo a scoprire il denominatore comune fra chi coltiva dei valori e chi persegue delle buone pratiche?
Reimparare a stare insieme nell’ascolto, nella moderazione della propria espressione, nella passione di costruire un NOI capace di proporre.

Un luogo
Non sarebbe la prima volta che un luogo dimenticato e marginale diventa il cuore di QUALCOSA.
Questo luogo ha restituito oggetti che parlano di una civiltà alta, presente qui da qualche migliaio di anni.
Questo luogo custodisce una città sepolta che attende di essere rivisitata.
Questo luogo emana un’ENERGIA che vogliamo ascoltare.
Ma Altino non è solo archeologia, è anche ambiente naturale conservato intatto che è possibile incontrare, guardare, sentire, amare.
E’ storia di un ambiente rurale che ha vissuto la rinascita della bonifica.

Un cammino
Forse ci siamo messi insieme proprio perché tutto questo l’abbiamo percepito e abbiamo condiviso il desiderio di ricordare e di guardare avanti.
Questa COSA che ci è accaduta ad Altino ci apre un cammino verso nuovi STILI DI VITA.
Scriviamo per fissare gli elementi già condivisi e per mostrare con semplicità le linee a chiunque volesse unirsi a questa ricerca, qui o in qualsiasi altro luogo ove si trovi.
Consideriamo questo testo come la prima pietra della CARTA di ALTINO che si svilupperà a seconda delle esperienze che riusciremo a vivere e condividere.

Benevolenza

Benevolenza significa volere il bene di ogni essere umano, di ogni creatura, di ognuno di noi. Praticare la benevolenza è un atto di coraggio e di costanza.

Diversità

Tutti gli uomini e le donne sono portatori di punti di vista diversi, per origine, genere, provenienza, convinzioni, fede, appartenenza. La diversità è un valore. Tutte le cose possono essere viste da punti di vista diversi.

Condivisione

La condivisione è uno spazio dove realizzare il contatto tra diversi, nel rispetto reciproco, con l’atteggiamento positivo di avvicinarsi ad una scoperta. E’ necessario coltivare l’umanità nelle relazioni tra le persone.

Accoglienza

L’accoglienza degli altri è un atto quotidiano che va oltre le diversità. Gli altri sono un valore. Gli altri ci consentono di sviluppare la dimensione del noi.

Essenzialità

L’essenzialità è acquisire la capacità di distinguere l’essenziale dal superfluo, affrontando con sobrietà le sollecitazioni della società che ci circonda. Essenzialità è non rinunciare a nulla ma limitare tutto, riscoprendo un vivere semplice attraverso azioni, comportamenti e buone pratiche.

Benessere e salute

La promozione della salute va intesa non come semplice assenza di malattia ma come stato di completezza e benessere della persona che vive in armonia con se stessa, con l’ambiente e con gli altri. La realizzazione del benessere è la capacità di tener fuori di noi quello che ci nuoce e nutrirci di ciò che ci fa bene. E’ un concetto allargato di salute che si espande fino ad includere l’accettazione della malattia, della diversità fisica, della morte, delle molte stagioni della vita.

Personalità

Lo “stare al mondo” di ciascuno è retto da principi e valori che strutturano la nostra personalità e sono la base della nostra visione del futuro e del nostro contribuire alla sua creazione. La meditazione, la riflessione, il lavoro, la preghiera, il dialogo, il silenzio, le parole possono essere strumenti per conoscere se stessi e gli altri e per rinforzare la nostra dimensione interiore.

Cambiamento

Il cambiamento deriva dalla ricerca, dal mettersi in discussione. Ha come presupposto un’educazione all’apertura, sia per gli adulti che per i bambini, nella consapevolezza che i frutti saranno visibili e maturi solo nel lungo periodo.

Tempo

L’essenzialità richiama ad un uso oculato e consapevole del tempo: è una risorsa preziosa da utilizzare per ciò che durerà, nei giorni che è dato a ciascuno di vivere. Il tempo ci richiama a chi verrà dopo di noi, ai figli e alle figlie, alle future generazioni.

Memoria

Passato, presente e futuro sono dimensioni della vita di ciascuno e della storia. Memoria, ricordo e storia sono le fondamenta per progettare il nostro futuro, nella consapevolezza di essere ognuno “pro tempore”. Il mantenimento della memoria è legato alla narrazione.

Radicamento territoriale

Questo luogo ci ha insegnato la storia, il contatto con la città sepolta, con la natura e con un tempo lento. Può una periferia trasformarsi in un centro? Radicamento è il contrario di spaesamento.

Sostenibilità ambientale

La sostenibilità ambientale richiede la cura della salvaguardia del territorio, della terra, dell’aria, dell’acqua. Rientra in questo concetto anche il nostro rapporto con il lavoro, l’energia, la mobilità, l’acqua e il cibo.